Lo staff di Hostaria Castello si congratula con i ristoranti Local, Wistèria e Zanze XVI per essere stati premiati ristoranti stellati quest'anno! La stella Michelin è un altissimo riconoscimento che premia anni di duro lavoro e di dedizione, due qualità che hanno contraddistinto questi tre ristoranti nel tempo, aumentando la qualità della ristorazione a Venezia. Siamo contenti ed orgogliosi di poter condividere questa città incantevole con dei locali stellati di alto livello, che non possono che stimolarci ed ispirarci nel nostro lavoro ogni giorno.

ITALIA

Nel 2021 sono state ben 36 le stelle Michelin consegnate in Italia, un numero davvero incredibile che ha visto tante novità, sia in laguna che in molte altre regioni : la regione Lombardia mantiene il suo primato, aggiungendo 4 nuove stelle Michelin alle 52 già presenti. La Campania, ottenendo ben 7 stelle (per un totale di 48 ristoranti stellati, di cui 30 solo in provincia di Napoli), sorpassa il Piemonte che ad oggi ha 45 ristoranti stellati. Anche il direttore internazionale della guida Michelin - Gwendal Poullennec - si è detto emozionato da questa "pioggia di stelle" dopo gli anni difficili della pandemia. Naturalmente, questa classifica non rende tutto l'onore che si meriterebbero le incredibili storie e passioni che stanno dietro a questi prestigiosi locali. Questo traguardo non potrà mai essere ridotto ad una lista di locali. Ma è pur sempre affascinante scoprire grazie a queste cerimonie celebrative e a questi certificati di eccellenza, nuovi e vecchi ristoratori, giovani cuochi che si fanno notare dalla redazione, e vedere che ogni nuova edizione, ogni nuova guida Michelin Italia ruba l'interesse di tutti gli appassionati.

VENETO

Ma torniamo alla nostra regione, il Veneto, che quest'anno è stata la seconda regione più premiata in classifica con ben 5 nuovi ristoranti stellati che sono entrati di diritto nella guida Michelin 2022. Durante la premiazione, il Veneto ha visto varie riconferme per quelle che sono diventate vere e proprie istituzioni della cucina veneta, e internazionale, Come "Le Calandre" a Rubano (Padova) gestite dallo chef Massimiliano "Max" Alajmo che ha continuato la gestione familiare, e nel 2003 venne premiato con la bellezza di tre stelle Michelin, facendo di Massimiliano il più giovane chef premiato con questo riconoscimento. La Favellina a Malo (Vicenza), seguita dallo chef Federico Pettenuzzo e la "Locanda le 4 ciacole" a Roverchiara (Verona), mostrano come l'eccellenza in Veneto è condivisa e omogenea.

VENEZIA

Tra le riconferme e le nuove stelle Michelin, sono ben due i locali che hanno perso la stella quest'anno a Venezia : Osteria da fiore e Il Ridotto. Ma soprattutto, la premiazione, avvenuta il 23 novembre 2021 ha visto le tre new entry che siamo qui oggi ad omaggiare e a festeggiare, che hanno incoronato Venezia come la capitale gastronomica del Veneto.

ZANZE XVI

A due passi da Piazzale Roma, Zanze XVI si presenta come "un'osteria elegante", che unisce la tradizione e i prodotti locali di qualità, preparati con esperienza dagli chef gestito dallo chef Nicola Dinato (da Castelfranco Veneto), Stefano Vio e Nicola Possagnolo. Zanze XVI nasce nel 2017 e in questi cinque anni ha fatto una progressione di qualità che li ha condotti a questo meritato premio.

LOCAL

Local fu aperto nel 2015 dai fratelli Benedetta e Luca Fullin, oggi è gestito dagli chef Salvatore Sodano e lo chef Matteo Tagliapietra. A differenza di Zanze XVI, Local si trova all'altra estremità della città, nel sestiere sperduto di Castello, e propone un luogo informale ma dalla cucina "veneziana, reinventata con creatività da chef giovani e appassionati". Tutti gli chef in città conoscono Local, non per la Stella Michelin ma per la dedizione con cui utilizza i prodotti locali, anche non convenzionali, portando novità nella tradizione culinaria veneziana e italiana.

WISTERIA

Vicino a Campo San Tomà, nella Fondamenta del Forner, il giovane chef Simone Selva presenta la "cucina contemporanea con i sapori del mar adriatico" serviti in un grazioso ed elegante giardino interno. Anche qui, le materie prime giocano un ruolo fondamentale nella qualità dei piatti, a riprova che il mare e il suolo veneto permettono di raggiungere l'eccellenza "a km zero". A tutti questi grandi chef non possiamo che augurare un in bocca al lupo, e ringraziare per aver riportato Venezia come città capitale del cibo e della cucina italiana e mondiale. Possano queste tre nuove stelle Michelin essere l'inizio di un processo che porterà la ristorazione a Venezia ad ottenere nuovi ristoranti stellati nella guida Michelin 2022.